Vai al contenuto principale della pagina

La lingua nei lager nazisti / Donatella Chiapponi ; prefazione di Brunello Mantelli



(Visualizza in formato marc)    (Visualizza in BIBFRAME)

Autore: Chiapponi, Donatella Visualizza persona
Titolo: La lingua nei lager nazisti / Donatella Chiapponi ; prefazione di Brunello Mantelli Visualizza cluster
Pubblicazione: Roma : Carocci, 2004
Descrizione fisica: 140 p. ; 22 cm
Disciplina: 408
Soggetto topico: Gergo dei deportati - Campi di concentramento tedeschi - 1939-1945
Persona (resp. second.): Mantelli, Brunello
Sommario/riassunto: Lagersprache è detta la lingua usata nei campi di concentramento nazisti. Questo linguaggio era spesso costituito da un impasto plurilingue - con predominanza del tedesco - espressione della composita popolazione multietnica e cosmopolita internata. L'autrice disegna le caratteristiche di questa "lingua internazionale" centrata sulle necessità più elementari: "pane", "freddo", "dolore", "botte" erano i termini più usati di un linguaggio di sopravvivenza in cui la violenza fisica costituiva "una variante dello stesso linguaggio". L'impoverimento lessicale configurava un gergo essenziale, ridotto, estremo. Se questa era la lingua dei dominati, quella dei dominatori manifestava un distillato di violenza.
Titolo autorizzato: Lingua nei lager nazisti  Visualizza cluster
ISBN: 88-430-3015-9
Formato: Materiale a stampa
Livello bibliografico Monografia
Lingua di pubblicazione: Italiano
Record Nr.: 000030073
Lo trovi qui: Univ. della Basilicata
Opac: Controlla la disponibilità qui
Serie: Studi storici Carocci ; 63
Numero di copie: 1
Biblioteca: Univ. della Basilicata
Sede Polo Storico-Umanistico
Collezione Didattica
Collocazione FM/110914
Codice a barre L110914
Stato della risorsa Prestabile
Richiesto no
Opac: Controlla la disponibilità qui